CUCINAPRIMO PIANO

Fatemi cucinare: la spoja lorda

Una ricetta per voi da Bianca Maria Bellei

(di Bianca Maria Bellei – fatemicucinare.it)

Non ci vediamo da un po’ di tempo. Spero abbiamo avuto una buona estate o almeno discreta o che per lo meno la abbiate avuta. Strana introduzione? No, è il frutto di una piacevolissima lettura estiva “Manuale di marketing romagnolo” di Paolo Cevoli (l’assessore Cangini vi dice qualcosa? E non ditemi che non lo conoscete perché non ci credo). Con il nostro tour gastronomico regionale oggi entriamo in Romagna. Ho voluto documentarmi e in questo libro ho scoperto cosa rende i romagnoli così unici ed apprezzati: la visione del bicchiere! Voi di che squadra siete? Il bicchiere per voi è mezzo vuoto o mezzo pieno? Per un romagnolo è sempre del tutto pieno! Fantastico, di ampio respiro. Quindi, la nostra estate può davvero essere stata una buona estate, dobbiamo solo trovare l’angolazione giusta da cui vederla. Vi invito alla lettura di questo piacevole ma non banale manuale di vita e vi metto a tavola con un piatto tipico della provincia di Ravenna: la spoja lorda, cioè sporca. Sporca del ripieno che ci mettete dentro e che può essere di carne, di verdure o di formaggio. Vi avanza un po’ di ripieno dei cappelletti? Utilizzatelo. Rimane un po’ di ripieno dei tortelli? Anche quello è buono. Si serve in brodo ma anche asciutta, come ho fatto io, per salutare l’estate. Questa ricetta è solo uno dei tanti tesori che Ravenna racchiude. Li conoscete tutti? Sicuri di aver visto i suoi mosaici? Le basiliche? Chiedo. A volte quello che è vicino è sconosciuto e rischiamo di perdere tesori immensi. Inoltre, quest’anno la città è in grande festa attorno a Dante di cui custodisce le spoglie da ben 700 anni. Che dite? Programmiamo una visita? Viva la nostra regione!

Per 4 persone:
per la sfoglia:
2 uova
200 g di farina

Per il ripieno:
100 g di stracchino
100 g di ricotta
2 cucchiai di Parmigiano reggiano grattugiato
basilico fresco
scorza di limone
sale
olio evo

Per il condimento:
1 melanzana
la parte verde di una zucchina
5 pomodorini rossi
5 pomodorini gialli
olio evo
1 spicchio di aglio
basilico

Ripieno: in una ciotola mescolate i formaggi con un cucchiaio per ammorbidirli, aiutandovi con un filo di olio evo. Aggiungete un pizzico di sale, una macinata di pepe, un poco di scorza grattugiata di limone e foglioline di basilico tritate finemente.
Sfoglia: impastate uova e farina, e fate riposare l’impasto in un sacchetto per alimenti per almeno 30 minuti poi stendetelo, con il mattarello o con la macchinetta, formando delle strisce di pasta. Spalmate una striscia con l’impasto, ricoprite con un’altra striscia di pasta, sigillate bene e con la speronella (la rotella tagliapasta), ricavate tanti quadrati di circa 3 cm di lato.
Condimento: tagliate la melanzana nella parte centrale ricavandone delle fettine sottili. Disponetele su una teglia ricoperta di carta da forno, pennellatele di olio, mettete un pizzico di sale ed erbe aromatiche. Fate asciugare in forno a 90° per un’oretta. Tagliate la parte verde alla zucchina in diagonale ricavandone tanti filettini. Lavate i pomodorini, tagliateli in quattro e saltateli in padella a fiamma alta con due cucchiai di olio evo profumati dall’aglio.
Cuocete la spoja in acqua bollente salata e quando affiora trasferitela nella padella dei pomodorini. Aggiungete la zucchina, le melanzane, foglie di basilico fresco spezzettate con le mani e servite.

Show More

Related Articles