PERSONAGGIPRIMO PIANO

Cara Regina, ti scrivo…

La bimba di Calerno Maria Teresa Fratesi scrive a Elisabetta II. E la Regina d'Inghilterra risponde.

la lettera della Regina Elisabetta II inviata a Maria Teresa Fratesi.

Nei giorni scorsi Maria Teresa Fratesi, una bimba di Calerno che ha imparato ad amare la lingua inglese grazie alle esperienze didattiche sviluppate a scuola, ha scritto alla Regina Elisabetta II la quale le ha risposto proprio a ridosso del compleanno. Un bel regalo che ha fatto felice Maria Teresa e la sua famiglia ma nel contempo tutta la comunità scolastica santilariese e la scuola di Calerno in particolare.
Su questa bellissima esperienza, che naturalmente ha avuto ampia eco, Maria Teresa ha voluto scrivere in prima persona al Gazzettino Santilariese un suo pensiero che volentieri pubblichiamo.

“Mi chiamo Maria Teresa Fratesi, ho 9 anni e vivo con la mia bella famiglia a Calerno dove frequento la classe quarta della scuola primaria “Italo Calvino”di Calerno. Mi piace molto andare a scuola e vorrei tanto imparare bene, oltre all’italiano, altre lingue straniere come l’inglese, per poter viaggiare e conoscere altri paesi del mondo. Sicuramente andrei subito a Londra per incontrare persone importanti proprio come la Regina Elisabetta e visitare con lei Buckingam Palace. L’anno scorso, in classe, la maestra d’italiano (che ci insegna anche inglese e che è una fan di Roald Dahl) ci ha letto il libro ”GGG” che vuol dire il grande gigante gentile. È la storia di una bambina che fa squadra con un gigante per sconfiggere altri giganti malvagi e ci riesce utilizzando la sua astuzia ,ma soprattutto grazie all’aiuto della regina Elisabetta. Così ho cominciato ad appassionarmi a questa figura, una passione che mi ha fatto iscrivere, la scorsa estate, ad un corso d’inglese dove mi hanno parlato anche della famiglia reale britannica. A settembre ho cominciato a desiderare d’incontrare questa straordinaria regina e ho deciso che, per prima cosa, le avrei scritto una bellissima lettera e l’ho fatto. Sapevo che la risposta poteva anche non arrivare, ma per fortuna c’è stato chi (Come la mia maestra Sonia), mi ha incoraggiata ed aiutata, mentre c’era anche chi mi continuava a dire che la regina non mi avrebbe mai risposto. Il giorno del mio compleanno, quando ormai non ci speravo più, i miei genitori mi hanno consegnato la lettera di risposta che mi aveva spedito la regina, arrivata però due giorni prima (i miei cari genitori hanno voluto darmela come una specie di altro regalo di compleanno). Ho voluto raccontare questa storia per invitare tutti (bambini e adulti) a non scoraggiarsi mai, a credere sempre nei propri sogni perché si possono avverare, ma per farlo bisogna crederci…..per ora sono contenta così, ma non smetterò di certo di sognare di andare a trovare la regina proprio nel suo palazzo.”

Tags
Mostra tutto

Articoli Correlati