PRIMO PIANOSCUOLA

L’Istituto scolastico di Sant’Ilario consegna 56 tablet agli alunni delle famiglie meno abbienti

La dirigente dell’Istituto scolastico Dott.ssa Raffaella Savino

NESSUNO ESCLUSO! Con questo slogan l’Istituto Comprensivo di Sant’Ilario d’Enza ha messo in campo un’importante iniziativa di supporto e aiuto agli alunni delle famiglie meno abbienti del paese, nell’ottica della realizzazione di una vera didattica inclusiva. Per permettere a tutti gli alunni di seguire e partecipare alle attività didattiche a distanza, la Scuola ha consegnato ai propri alunni 26 dispositivi elettronici già il mese scorso: si tratta di tablet appartenenti al patrimonio della scuola, acquistati grazie alla partecipazione a progetti nazionali nei precedenti anni scolastici. Oltre a ciò, grazie al lavoro sinergico del Dirigente scolastico Raffaella Savino, del suo primo collaboratore e del Direttore dei servizi generali e amministrativi, nonché grazie al supporto di tutti i membri del Consiglio di Istituto, sono state prontamente attivate le procedure per l’assegnazione agli alunni di altri 30 tablet (del valore di 8.000 €) da acquistare grazie ai fondi messi a disposizione dal Ministero per l’emergenza Covid-19. Questi ulteriori tablet sono stati consegnati alla scuola lo scorso 8 maggio e sono già stati collaudati: dal 18 maggio sarà possibile assegnarli agli alunni bisognosi.
Inoltre la politica di miglioramento e di investimento della Scuola per quel che riguarda il potenziamento della strumentazione digitale, ha permesso di raggiungere un ulteriore obiettivo: su suggerimento del Dirigente scolastico, l’Istituto ha partecipato ad un bando per l’assegnazione di altri 13.000 € (fondi PON – FESR) da destinare all’allestimento di una Smart Class. L’esito della procedura è stato sorprendente e molto positivo: l’Istituto scolastico di Sant’Ilario d’Enza si è classificato al 7° posto a livello regionale, su 316 istituti. Dinanzi alla destabilizzazione totale e al grande sconvolgimento causato dal Covid-19, il messaggio positivo che la Scuola ha deciso di mandare all’intera comunità santilariese è dunque quello di non arrendersi, anzi di collaborare all’individuazione di nuove soluzioni per tornare alla normalità prima possibile. “Questa emergenza ci sta, comunque, stimolando ad acquisire nuove competenze. Ne uscirà vincente chi prima riuscirà ad adattarsi alle nuove richieste, dando il meglio di sé”: queste le parole che la Preside Raffaella Savino ha rivolto agli alunni, ai genitori e ai docenti in occasione delle video-conferenze che hanno permesso di riunire le varie componenti del mondo scolastico. Per un ritorno alla normalità servirà altro tempo… intanto la Scuola ha preso l’impegno di rispondere prontamente alle esigenze degli alunni, non solo per garantire nell’immediato il loro diritto alla formazione ma anche per investire, cioè gestire l’emergenza guardando al futuro. Il potenziamento della strumentazione digitale ne è un esempio: quando l’emergenza sarà conclusa, i dispositivi verranno restituiti dagli alunni all’Istituto, aumentando le potenzialità tecnologiche a disposizione della Scuola.
Una forma di sostegno e aiuto concreto, più che mai utile e necessario in termini di offerta formativa e – afferma la Preside Savino “anche una buona prassi di inclusione scolastica, che garantisce il diritto di tutti i nostri alunni all’istruzione e alla formazione”.

Tags
Mostra tutto

Articoli Correlati