PRIMO PIANOTERRITORIO ECONOMIA E LAVORO

Il Comune rinvia la tassa rifiuti ed estende le agevolazioni sull’occupazione di suolo pubblico

Ieri la Giunta Comunale ha emanato due importanti delibere, in merito al rinvio della tassa rifiuti (TARI) e alle esenzioni dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico (COSAP).

Tassa Rifiuti (TARI):
In unità di intenti con i Sindaci della provincia di Reggio Emilia, è stata prorogata la scadenza della prima rata originariamente prevista per il 30 giugno. Le utenze domestiche potranno pagare la TARI entro il 31 luglio, fermo restando la possibilità di usufruire delle riduzioni ISEE. Le utenze non domestiche avranno tempo fino al 30 settembre. Un po’ di respiro in più per la liquidità di imprese e famiglie, messi a dura prova dallo stop causato dalla pandemia. Sono inoltre allo studio altre misure di sostegno all’economia, in accordo con la Regione e gli altri Comuni della Provincia, anche in riferimento alla TARI e a una sua rimodulazione, in supporto alle aziende e attività che hanno dovuto chiudere nel periodo di massima restrizione.

Canone di Occupazione Suolo Pubblico (COSAP):
Il Comune di S. Ilario, in applicazione del “Decreto Rilancio” del Governo, con cui è stata stabilita la gratuità della concessione per l’occupazione di suolo pubblico ai pubblici esercizi (bar e ristoranti), ha deciso di estendere questa agevolazione ai negozi di prossimità e alle attività artigianali, per tutto il periodo dal 31 maggio al 31 ottobre 2020. Con questo atto si vuole consentire a Clienti e Operatori quel distanziamento necessario alla sicurezza di tutti e alla promozione delle attività, in questo momento di riapertura.

Nel proprio comunicato la Giunta fa presente che “siamo in un momento in cui nulla è prevedibile, tutto si evolve di giorno in giorno. Non esistono facili ricette per risolvere la grave crisi in cui ci ritroviamo. E’ necessario un lavoro attento e paziente e questi sono solo i primi frutti. In coordinamento con la Regione Emilia Romagna e i Sindaci della provincia, sono allo studio altre misure di sostegno all’economia, con particolare riferimento alla TARI, in supporto alle aziende e attività che hanno dovuto chiudere nel periodo di lockdown. Continuiamo a lavorare seriamente, concretamente, insieme”.

 

Tags
Mostra tutto

Articoli Correlati