OPERE PUBBLICHEPRIMO PIANO

Approvato l’accordo per l’interramento dell’elettrodotto ad alta tensione a S.Ilario

Dopo anni di studi, incontri e trattative, il Consiglio comunale ha approvato un'importantissimo accordo con Terna che cambierà il volto di una parte di S.Ilario riducendo l'inquinamento elettromagnetico

Uno dei tralicci, vicino alle case del Direzionale Bertani, che verrà demolito interrando i cavi.

(di Eva Coïsson)

Dopo anni di trattative, incontri politici, tecnici e pubblici, iniziati già nella passata legislatura, in occasione del consiglio comunale del 30 luglio è stato definitivamente approvato il protocollo d’intesa tra il nostro Comune (insieme ad alcuni altri della provincia) e Terna, la società che gestisce le reti di distribuzione dell’energia elettrica per la “razionalizzazione della rete a 132 kV”. Questo accordo prevede in particolare, sul nostro territorio, l’esecuzione di due opere: la creazione di uno “scrocio” (una specie di incrocio tra linee elettriche) a Calerno, nella zona a nord della ferrovia all’altezza del Bellarosa, e l’interramento di quasi due chilometri di linea ad alta tensione che attualmente passa sopra le teste dei cittadini santilariesi. In particolare, quest’ultimo intervento rappresenta davvero qualcosa di storico per il nostro paese, dato che ne cambierà per sempre il volto, liberando dai cavi elettrici ad alta tensione e dai tralicci il panorama del tratto urbano che va indicativamente dal cimitero a dietro la piscina “Sesamo”. Evidenti sono anche le ripercussioni positive per quanto riguarda l’inquinamento elettromagnetico che, seppur sia sempre stato sotto controllo ed entro i limiti di norma, sarà ulteriormente ridotto facendo passare i cavi sotto terra. Altro aspetto positivo, anche se può apparire marginale rispetto al complesso dell’intervento, è che tutte le strade che saranno interessate dai lavori di interramento della linea, verranno riasfaltate. Tutti questi lavori (“scrocio”, demolizioni, interramento, asfaltature) saranno interamente a carico di Terna, per un importo complessivo di svariati milioni di euro: il Comune si è solo preso l’impegno di non far pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico per quanto concerne la viabilità che sarà interessata dai lavori di posa dei cavi elettrici. Davvero un grande risultato, ottenuto grazie alla perseveranza delle amministrazioni passate che hanno convinto, nei tavoli opportuni, Terna della necessità di effettuare queste opere prima di altre. Comprensibilmente, per lavori così complessi i tempi non saranno brevi, a partire dal progetto esecutivo che deve ancora essere realizzato, ma la prospettiva ormai è tracciata e cambierà il futuro skyline santilariese.

La localizzazione degli interventi concordati con Terna a S. Ilario: il tracciato dell’interramento è ancora da definire nei dettagli a seguito di progettazione esecutiva.

 

Show More

Related Articles