PRIMO PIANO

CORONAVIRUS: a Sant’Ilario nuovi contributi per le famiglie in difficoltà

Iniziativa del Comune per aiutare a pagare bollette, spese sanitarie, corsi di formazione

di Anna Giangrandi – Assessore al Welfare e al volontariato

Se ansia e paura di fronte ad un pericolo sono sentimenti normali, nei nostri territori di Sant’Ilario e Calerno, come in tante altre città d’Italia e del mondo, la recrudescente ripresa dei contagi da Covid 19, in questo sorprendente autunno, le accresce. Le incertezze sono inevitabili ed investono più aspetti della vita individuale e comunitaria: amministrazione comunale, scuola, attività produttive, lavoro, cultura, sport. Molto si teme, in particolare, di dovere arrivare ad un nuovo lockdown. Da queste riflessioni e da queste preoccupazioni la decisione da parte del Sindaco e dell’Amministrazione comunale di intervenire concretamente.

Una cosa apparsa chiara nella prima fase è che nessuno può affrontare la vita e le difficoltà da solo, la mancanza di contatti sociali ha rivelato quanto l’altro sia per noi una risorsa preziosa.  Lo stare isolati ha fatto scoprire anche un diffuso desiderio di comunità, capace di sostenere e spingere i singoli individui a guardare avanti e a partecipare alla vita pubblica per costruire insieme politiche adeguate alle nuove esigenze.

Anna Giangrandi, assessore al Welfare e Volontariato, spiega: “Ad oggi, guardando il futuro, pensiamo che molto si può dare e fare se riusciamo ad incentivare la solidarietà, così come abbiamo già vissuto nella scorsa primavera, quando una moltitudine di cittadini si è unita all’ingente impegno dell’Amministrazione comunale, dei Servizi sociali, delle associazioni di volontariato e delle imprese mettendosi a disposizione delle famiglie  in difficoltà ”.  Insieme abbiamo realizzato i servizi della consegna della spesa, dei farmaci, dell’ascolto per chi era più isolato o per chi aveva già difficoltà economiche, ma non solo. Inoltre, sollecitati dall’appello dell’Amministrazione comunale, che ha aperto uno specifico conto corrente, molti cittadini hanno fatto donazioni per sostenere le famiglie che a seguito dall’emergenza sanitaria Covid-19 si trovano in condizioni di fragilità“.

Anche i Consiglieri comunali – prosegue l’assessore – hanno contribuito, in varie forme, alla sottoscrizione e il Comune ha destinato una cifra significativa che ha permesso di raggiungere la somma di 35.000,00 euro. Ora ci sta a cuore che al più presto questi soldi possano sostenere, anche solo in piccola parte, alcune famiglie o cittadini di Sant’Ilario d’Enza, così il 31 ottobre abbiamo aperto il Bando per erogare contributi straordinari a chi abbia subito una riduzione economica a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19”.

I cittadini potranno presentare domanda di contribuzione per il pagamento di utenze domestiche, spese sanitarie o spese relative a corsi di formazione.

Le domande potranno essere presentate fino al 14 novembre trasmettendo il modulo (debitamente compilato e completo della documentazione necessaria) via mail all’indirizzo civico@comune.santilariodenza.re.it o presentando il modulo cartaceo a “Civico – Sportello Unico al Cittadino in via Roma 84, previa richiesta di appuntamento (tel. 0522 902811).   Nel caso di dubbi nella compilazione si potrà contattare lo Sportello Sociale allo 0522 672260 per una consulenza telefonica, dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13.00.

Un altro aspetto della solidarietà – prosegue Anna Giangrandi – è la donazione di mascherine provenienti dalla Regione Emilia Romagna e da un’azienda privata; con un gruppo di volontari le abbiamo confezionate e, a giorni, saranno distribuite nelle case da altri volontari.  Prendersi cura di chi vive accanto a noi, nel territorio in cui viviamo, è un ulteriore valore aggiunto del volontariato che, auspichiamo, solleciti altri cittadini  a vivere la solidarietà: una vera conquista di ogni giorno, ed abbiamo bisogno di tutti!”.

Show More

Related Articles