OPERE PUBBLICHEPRIMO PIANO

Arriva la ciclopedonale tra Ponte Enza, Sant’Ilario e Taneto

L’opera intercetta finanziamenti regionali e sarà pronta entro l’estate. La soddisfazione dei sindaci Perucchetti e Ronzoni, dei residenti e dell’architetto Marco Denti responsabile dei lavori

indicate in arancione, le nuove piste ciclabili che collegano gli abitati di Ponte Enza e Taneto a di S.Ilario

Sta prendendo forma l’opera che permetterà ai residenti di Ponte Enza, Sant’Ilario e Taneto di muoversi in sicurezza attraverso percorsi dedicati e soprattutto fruibili da pedoni e biciclette. Si stanno completando i lavori della ciclopedonale che unirà Ponte Enza fino a Gattatico, passando per il centro di Sant’Ilario, dando un grande contributo alla vivibilità ed alla sostenibilità ambientale di tutta l’area. Il progetto prevede interventi di potenziamento, messa in sicurezza e realizzazione di percorsi ciclopedonali di collegamento tra i due Comuni, con l’obiettivo di ridurre il rischio di incidentalità nei tratti di collegamento e incentivando ulteriormente l’utilizzo della bicicletta. L’intervento ha un costo complessivo di 640.000 euro finanziato per il 64% dalla Regione Emilia Romagna e dalla Provincia di Reggio Emilia.

“Si tratta di un intervento – commentano i sindaci Ronzoni e Perucchetti – voluto dalle precedenti Amministrazioni di Gattatico e S. Ilario d’Enza, che prevede la realizzazione di percorsi a disposizione dei cittadini, per collegare paesi e frazioni del territorio in prospettiva unitaria, con particolare attenzione alla sicurezza e all’ambiente. Un esempio di collaborazione e buon governo che valorizza il territorio usufruendo di bandi e finanziamenti pubblici, quindi non gravando direttamente sulle tasche dei cittadini”.

L’Arch. Marco Denti, responsabile dei lavori

“Il progetto ha intercettato un finanziamento Regionale che copre i due terzi dei costi dell’opera, che in totale ammontano a circa 640mila euro. Il progetto è stato vinto – spiega l’Architetto Marco Denti, responsabile dei lavori – proprio in forza della sicurezza viabilistica e della sua efficacia ambientale, in quanto in grado di collegare la ciclabile a punti chiave per la circolazione alternativa a quella veicolare, mi riferisco in particolare alla stazione di Sant’Ilario e alle fermate degli autobus. In più, il progetto coinvolge due Comuni e tre centri abitati, come Ponte Enza, Sant’Ilario e Taneto, requisito fondamentale per accedere al finanziamento regionale”.

La ciclopedonale, lunga circa un chilometro e mezzo, vedrà la conclusione dei lavori entro l’estate di quest’anno: “È già stato completato il tratto che da Taneto, tramite il sottopassaggio esistente, si collega alla stazione di Sant’Ilario – spiega l’architetto Denti – ora si stanno facendo i lavori sul tratto che da Ponte Enza porta fino al centro di Sant’Ilario. Dopo il rallentamento causato dalle condizioni climatiche invernali il cantiere sta procedendo in maniera spedita, e sono fiducioso che i tempi di completamento saranno rispettati in pieno”

Vanni Freddi

Grande entusiasmo per il completamento dei lavori anche da parte dei residenti storici di Ponte Enza: “Per me è una cosa meravigliosa – racconta Vanni Freddi – da anni aspettavamo la ciclabile e finalmente oggi arriva. Siamo già smaniosi di utilizzarla. Abbiamo già comperato le biciclette nuove”. “Siamo contenti – gli fa eco Pietro Lusetti – e siamo dei combattenti perché abbiamo aspettato tanti anni che arrivasse questa opera che mette in sicurezza il tragitto e sicuramente farà felice la cittadinanza”.

Pietro Lusetti
Show More

Related Articles