OPERE PUBBLICHEPRIMO PIANO

Mozione di Sant’Ilario Futura per migliorare la viabilità a Calerno

di Eva Coïsson, capogruppo Sant’Ilario Futura in Consiglio comunale

Durante il consiglio comunale dello scorso 10 marzo, oltre alla lunga discussione sul bilancio previsionale 2021, c’è stato tempo anche per parlare di Calerno, di viabilità e di via Emilia bis. Siamo infatti tutti consapevoli che la nostra principale frazione sta aspettando con ansia il momento in cui, dopo il capoluogo, anche questo tratto della via Emilia storica, che separa case e negozi, sarà finalmente libero dai camion.

Il primo passo è stato compiuto con la progettazione della rotonda con cui la via Emilia bis si innesterà su via Razza, i cui lavori inizieranno entro l’anno. Avendo in questa occasione constatato una spesa di 200mila euro inferiore a quanto inizialmente programmato, riteniamo indispensabile che la Provincia (titolare dei fondi) li reinvesta sulla progettazione e/o realizzazione di opere che possano migliorare la viabilità di Calerno: con questo obiettivo è stata approvata una mozione (con i soli voti favorevoli di Sant’Ilario Futura) per sostenere la richiesta già avanzata in tal senso dalla nostra giunta all’Amministrazione Provinciale. Anche se per portare a termine l’intera via Emilia bis sarà necessario rientrare in specifici piani di programmazione e attuazione di opere infrastrutturali a livello sovracomunale (che sono in corso di definizione), la nostra amministrazione non si limita ad attendere, ma si impegna su più fronti che in vario modo possono influire sulla viabilità di Calerno: oltre alla richiesta avanzata alla Provincia, abbiamo anche già affidato un incarico di progettazione per la riqualificazione dell’area industriale Bellarosa, con valutazione di proposte viabilistiche a minor impatto sull’abitato di Calerno.

Non sprechiamo alcuna risorsa che possa contribuire a migliorare la sicurezza, la salute e la qualità della vita dei cittadini di Calerno.

Show More

Related Articles