AMBIENTEPRIMO PIANO

Al via i lavori di manutenzione sul Canale San Rocco

L’assessore all’ambiente Ferri: “Grande esempio di collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale”

Importanti lavori di manutenzione sul Canale San Rocco in via Montello nel tratto fra via Val d’Enza e via Podgora saranno effettuati dal 12 al 16 aprile. Di questi lavori si occuperà il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, in un’ottica di collaborazione sempre più stretta con l’assessorato all’ambiente del Comune di Sant’Ilario.

“A mio avviso – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Fabrizio Ferri – per avere una gestione oculata e precisa di un territorio occorre mettere insieme tutti gli enti facendo sintesi delle loro competenze e sensibilità. In particolare – sottolinea l’assessore – questa operazione vuole essere la dimostrazione della presenza e dell’interesse di questo ente per quei luoghi frequentati e apprezzati dalla cittadinanza per le sue qualità ambientali. Spesso – aggiunge Ferri – il Consorzio è percepito come lontano dalla vita quotidiana quando in realtà tutti i giorni con i suoi uomini è sui territori a svolgere un lavoro fondamentale, occupandosi della gestione delle acque superficiali per la tutela e lo sviluppo del territorio. Pensiamo a come in pianura, dove il nostro Comune si trova, garantisca il corretto deflusso delle acque meteoriche, tramite la loro raccolta, allontanamento e smaltimento, assicurando inoltre la difesa dalle inondazioni delle acque provenienti dai territori situati più a monte. Anche a causa della sempre maggiore urbanizzazione del territorio e dei cambiamenti climatici – precisa Ferri – l’attività del Consorzio risulta indispensabile per garantire da possibili allagamenti gli immobili posti nel comprensorio di bonifica. Ricordo anche che dal 2020, a seguito di un accordo firmato con il Canale Vernazza, il Consorzio si occupa della distribuzione dell’acqua a fini irrigui sui territori di Sant’Ilario e Calerno. A proposito dell’area del Canale San Rocco – conclude Ferri – confermo che dopo il 30 aprile ci attiveremo per rimontare il ponticello ed inoltre stiamo ragionando su come rendere ancora più appetibile per ciclisti e pedoni il territorio che da qui giunge fino all’Area Pioppini all’Enza”.

Show More

Related Articles