EVENTIPRIMO PIANO

Festa S.Ilario, premiato lo sforzo per tornare alla normalità

Grande partecipazione per spettacoli, ristorante e dibattiti politici. Tanta attenzione e collaborazione del pubblico per il rispetto delle norme anti Covid.

Tantissimo pubblico, anche nel secondo weekend di Festa Sant’Ilario al Parco San Rocco. Ma soprattutto tantissima voglia di ricominciare a vivere la socialità come prima del Covid. Voglia di partecipare, di discutere, di confrontarsi su temi di grande importanza. E voglia di superare la paura, divertendosi in modo sicuro, grazie al rispetto delle norme anti-Covid, a partire dall’ingresso riservato ai possessori di Green Pass.

Il bel segnale di ripresa, auspicato dagli organizzatori che quest’anno hanno fortemente voluto realizzare la manifestazione affrontando di petto le tante problematiche e le responsabilità di questo periodo, si è confermato anche nel secondo weekend della festa, nonostante il periodo dell’anno un po’ meno “estivo” rispetto alla calendarizzazione classica della kermesse fino al 2019. “I dibattiti sono stati vivaci e molto partecipati – ha dichiarato il responsabile della Festa Sveno Ferri – a conferma che in mesi e mesi di restrizioni, lockdown, uscite limitate, cui siamo stati purtroppo costretti per gestire al meglio la pandemia, non abbiamo perso la nostra voglia di partecipazione che, come diceva Giorgio Gaber, è sinonimo di libertà”. Libertà apprezzata da un pubblico che però ha capito la necessità di rispettare le regole ed ha agito di conseguenza: “E’ vero – conferma Ferri – abbiamo chiesto al pubblico pazienza e attenzione per il rispetto delle norme anti Covid e abbiamo ottenuto una collaborazione davvero molto forte. Il pubblico ha dimostrato pazienza, attenzione per il prossimo e spirito civico davvero molto pronunciato. Come organizzatore e come santilariese non posso che esserne davvero molto soddisfatto e ringraziare tutti per la collaborazione. Soprattutto gli straordinari volontari che sono le vere colonne di manifestazioni come questa che, senza di loro, non potrebbero essere realizzate”.

L’ultima serata si è chiusa con un incontro molto partecipato sul tema della Via Emilia Bis, cioè la realizzazione di una strada alternativa alla via Emilia attuale (di cui esiste già un tratto realizzato nel Comune di Sant’Ilario) per poter migliorare il collegamento infrastrutturale tra Reggio e Parma riqualificando nel contempo, gli insediamenti che sorgono proprio sulla vecchia via consolare. All’incontro erano presenti, oltre al Sindaco di Sant’Ilario Carlo Perucchetti e all’assessore alla pianificazione Daniele Menozzi, anche i Sindaci di Parma e di Reggio oltre al Presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, coordinati da Eva Coïsson, capogruppo di Sant’Ilario Futura, gruppo di maggioranza che esprime e sostiene il sindaco. In quella sede è emersa la comune volontà di convergere tutti insieme su questa infrastruttura, che diventa quindi l’obiettivo prioritario di tutto il territorio da portare a casa (facendo pressioni su ANAS insieme alla Regione) nel minor tempo possibile per gli standard italiani e collaborando con i cittadini così da costruire un consenso diffuso in merito all’opera. Su questo tema è intervenuta anche la Segretaria Provinciale del PD di Reggio Gigliola Venturini che assieme ai referenti dei due comitati pro via emilia bis di Parma e Reggio, anche loro presenti, ha sostenuto la priorità dell’opera e l’impegno del Partito Democratico a tutti i livelli per stare accanto ai cittadini per migliorare la loro qualità di vita.

In totale a Festa Sant’Ilario sono transitate circa 10.000 persone, sono stati serviti 2.800 pasti al ristorante, fritti 9.000 pezzi di gnocco e fatti 9.500 tortelli. I dibattiti hanno consentito ai partecipanti di condividere i principali temi di attualità, sia locale che nazionale, dialogando di persona con tanti ospiti importanti. Anche dal punto di vista degli spettacoli, sia in Arena che nello spazio Piano Bar, l’offerta è stata ricca e varia ed ha incontrato il favore del pubblico che ha partecipato numeroso. Appuntamento all’anno prossimo con rinnovato entusiasmo nella speranza di fare passi ulteriori verso la normalità.

Show More

Related Articles