PRIMO PIANOSCUOLA

1,2 milioni di euro per la scuola Collodi di S.Ilario

Intercettati i finanziamenti statali del PNRR per i lavori di adeguamento sismico e per la nuova mensa scolastica

La scuola primaria Collodi di S.Ilario d’Enza

600mila euro di finanziamenti per i lavori di adeguamento sismico della scuola primaria Collodi di S.Ilario. Altrettanti, o quasi (550mila) arriveranno invece per la realizzazione di una nuova mensa in ampliamento del plesso scolastico. Questi i fondi che il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) ha destinato ai lavori per la scuola Collodi a seguito della accettazione delle domande e dei progetti presentati dal Comune di S.Ilario.

I lavori di ristrutturazione, in avanzato stato di progettazione, verranno affidati in autunno e realizzati durante l’estate del 2023, per non impattare con l’attività scolastica. Una volta terminati i lavori, la scuola sarà completamente antisismica. La nuova mensa avrà una superfice complessiva di 300 mq, da organizzare in sala refettorio e servizi connessi. Sarà totalmente antisismica e a consumo di energia quasi zero, in quanto realizzata nel rispetto del principio cardine dei finanziamenti PNRR, ovvero di non arrecare con le nuove opere nessun danno significativo all’ambiente. Con la realizzazione di questa nuova costruzione potrà essere finalmente rimosso anche il monoblocco prefabbricato istallato temporaneamente per far fronte alla cresciute esigenze scolastiche e divenuto particolarmente utile in periodo Covid per il distanziamento all’interno delle aule.

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di S.Ilario Daniele Menozzi

“Entrambi i bandi ai quali il Comune ha partecipato con concrete proposte progettuali – spiega l’assessore ai lavori pubblici Daniele Menozzi – sono finanziati da fondi PNRR e rientrano in un progetto di riorganizzazione complessiva dell’intera struttura scolastica elaborato sulla base delle esigenze manifestate negli anni dalla direzione didattica e dal corpo docente. Ma – prosegue Menozzi – altri finanziamenti sono stati richiesti per la realizzazione di una nuova palestra, sempre in ampliamento, e una successiva riorganizzazione per laboratori speciali ed aula magna degli attuali locali mensa a palestra. Per questi contributi siamo ancora in attesa di assegnazione – conclude Menozzi – ma siamo ottimisti”.

Leggi di più

Related Articles