MUSICAPRIMO PIANO

Il “corona” visto dagli artisti #2: Giulio JJ Corradini

#iorestoacasaesuono

Giulio JJ Corradini

(di Massimo Bellei)

Giulio JJ Corradini? Per me una scoperta. O meglio, avevo assistito a un suo concerto due-tre anni fa al Mulino di Torrechiara, ma non lo avevo collegato al ragazzo che da giovanissimo veniva al mio negozio di computer a riparare il suo 486, o alla persona che incontro ogni volta che vado in Comune. Quando faccio queste scoperte mi rallegro di quanto sia ampio l’orizzonte. Soprattutto quello umano. Sta tutto a guardarsi in giro. Anche lui ci dà il suo punto di vista di artista su questo periodo, e ci ha selezionato un paio di suoi video. E come sempre c’è modo di ascoltare un po’ della sua musica. Ha appena pubblicato STRANGER, il suo nuovo disco. Avrebbe dovuto presentarlo alla nostra Biblioteca (che tanto desidero in questi giorni). E attenzione, se lo seguite sui social più diffusi, ogni giorno o quasi regala una piccola canzone, o un pensiero. A me piacciono. Magari anche a voi.

Giulio come vivi questo momento?
Ho sempre pensato che chi fa musica ha la capacità di estraniarsi e vivere in un mondo suo, anche se circondato da tanti problemi. E’ così anche per me. Però vivo anche questo particolare momento con preoccupazione e tanti pensieri, più che per quello che può succedere a me, per quello che può succedere in generale a tutti noi e per come usciremo da questa brutta storia. Le giornate in casa sono lunghe, suonare e ascoltare musica aiuta molto, è l’occasione per imparare cose nuove o ascoltare e riscoprire vecchi dischi e magari condividerli sui social. Sono andato anche io in terrazza a suonare, ma più questa storia va avanti più credo serva responsabilità anche in queste cose. C’è un tempo per ogni cosa e credo che presto torneremo tutti a riabbracciarci e stringerci la mano e a suonare in giro, e sarà bellissimo.

Il video di “Mine would be you”

Il video di “I feel like Hank Williams tonight”

Tags
Mostra tutto

Articoli Correlati