POLITICAPRIMO PIANO

Perchè è importante approvare ora il bilancio comunale

(comunicato del gruppo Sant’Ilario Futura)

Le affermazioni del gruppo di opposizione Alternativa Civica pubblicate sui giornali appaiono fuorvianti e provocatorie, molto distanti dalla reale collaborazione di cui ci sarebbe un grande bisogno in questa fase difficilissima, in cui le energie di tutti devono concentrarsi sull’emergenza in atto.

IN UN MESE, ZERO PROPOSTE DA ALTERNATIVA CIVICA
Il contributo delle opposizioni è sempre fondamentale, soprattutto in un periodo di difficoltà generale come questo, ma ha dei limiti ben precisi. È chi governa che si assume l’onere degli incarichi di governo, mentre le opposizioni hanno il dovere di proporre eventuali alternative nei tempi e nei luoghi fissati dalla legge.

Chiariamo che, in vista del consiglio comunale in cui si discuterà del bilancio:
NESSUNA PROPOSTA è stata fatta dalle opposizioni nella sede opportuna che è la commissione
consiliare convocata 2 volte.
NESSUNA PROPOSTA è stata fatta dalle opposizioni nonostante dal 10 marzo conoscano i dati sul bilancio 2020.
NESSUNA PROPOSTA, nonostante il consiglio comunale sia stato spostato dal 31 marzo al 9 aprile.
NESSUNA PROPOSTA, ma solo titoli provocatori sui giornali.

Ricordiamo che la giunta sta gestendo questa situazione difficile in collaborazione con enti, associazioni e aziende, in totale controllo. Siamo consapevoli delle difficoltà che il futuro riserverà alla nostra comunità, ma il dialogo non si costruisce confondendo i cittadini con dichiarazioni fuorvianti e nemmeno proponendo di stravolgere gli assetti amministrativi di un Comune.

PERCHÉ È FONDAMENTALE APPROVARE IL BILANCIO ORA?

– Per far funzionare la macchina comunale a pieno regime, ancor più necessario in un periodo emergenziale come quello che stiamo vivendo.
– Per evitare di spendere le risorse correnti limitatamente a 1/12 per ogni mese, che provocherebbe lentezze e aggravio di adempimenti burocratici (ogni mese occorrerebbe rifare atti e procedure).
– Per snellire le pratiche per eventuali spese straordinarie legate alla situazione di emergenza.
– Per disporre dei fondi destinati agli investimenti, che altrimenti non sarebbero utilizzabili.
– Per garantire le prestazioni e servizi ordinari e, a maggior ragione ora, indispensabili.

AUMENTO DELL’ADDIZIONALE IRPEF: FACCIAMO CHIAREZZA.
– Parliamo di UNA sola tassa: l’addizionale comunale IRPEF. (L’ IMU – Imposta comunale sugli immobili resta invariata).
– L’addizionale IRPEF è una tassa che rimane nelle casse comunali ed è direttamente gestita dal comune.
– Alzeremmo la soglia di esenzione a 12mila euro così circa un quarto dei santilariesi sarà
esente.
– L’aumento andrebbe da 2 euro (reddito fino a 15mila euro) fino a 25 euro (reddito oltre i 75mila
euro) al mese.
– Alzeremmo la tassazione al livello di tanti altri comuni come Rubiera, Cavriago, Montecchio, Bibbiano, Campegine dopo che per anni siamo stati fra i più bassi a livelloprovinciale.
– Con questa proposta chiederemmo ai cittadini uno sforzo a seconda del loro reddito per continuare a contribuire alla crescita e allo sviluppo della loro comunità continuando a garantire l’erogazione e la qualità di servizi essenziali come scuole e sociale.

Gruppo Consiliare SANT’ILARIO FUTURA

Tags
Mostra tutto

Articoli Correlati