PRIMO PIANOVOLONTARIATO

Il paese mobilitato per la famiglia sfollata di Calerno

Anna Giangrandi, vicesindaco e Assessore al welfare: “Un perfetto esempio di come dovrebbero funzionare le comunità resilienti”

Anna Giangrandi, vicesindaco e Assessore alle Politiche sociali

La settimana scorsa, in seguito a un grave incidente stradale, una famiglia di Calerno ha perso la propria casa. I componenti sono tutti salvi, ma si può ben comprendere il loro sgomento e disorientamento. Come sempre, nelle nostre comunità di Calerno, questi drammatici eventi non lasciano certamente indifferenti le istituzioni e i cittadini.

Si è provveduto a sostenere la famiglia – dichiara il vicesindaco e Assessore al Welfare e Volontariato Anna Giangrandi – con immediate azioni di fattiva solidarietà: da parte dell’Amministrazione Comunale nel trovare un’idonea sistemazione abitativa, della Caritas Parrocchiale Madre Teresa nel contribuire ad arredarla, del Calerno Calcio che ha aperto un apposito conto corrente. I fondi verranno donati alla famiglia in collaborazione con il Servizio Sociale Territoriale che ha tenuto i contatti fin dai primi momenti del tragico incidente, coordinando le diverse azioni di sostegno”. Da sottolineare anche l’intervento tecnico dei servizi comunali che insieme a Vigili del Fuoco, Polizia Municipale e Anas, sono prontamente intervenuti per la messa in sicurezza dell’edificio e il rispristino, seppur con limitazioni, della viabilità lungo la strada statale.

Oggi si parla molto di comunità resilienti – conclude Giangrandi – cioè delle capacità che i cittadini e le istituzioni hanno e mettono in gioco nell’affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà. Direi che quanto si è fatto fino ad oggi, e ci impegnerà nei prossimi mesi, è una viva testimonianza di solidarietà umana, professionale e civile che migliora e arricchisce la vita di tutti noi”.

Show More

Related Articles