"TI CONSIGLIO UNA GRAPHIC NOVEL"

“RUGHE” di Paco Roca

Come raccontare l’Alzheimer a fumetti con un tocco di classe e di leggerezza

La maggior parte delle persone non sa fino in fondo che cos’è l’Alzheimer finché non ne viene colpita,  direttamente o attraverso la malattia di un parente. Sono tante anche a Sant’Ilario le famiglie che vivono questo drammatico problema. Di solito fumetti e graphic novels raccontano la gioventù, l’adolescenza, l’infanzia, ma imbattersi in una storia a fumetti che racconti l’anzianità e in particolare la malattia dell’Alzheimer risulta un’esperienza disarmante ed estremamente interessante.

Rughe” (“Arrugas” il titolo originale spagnolo), scritto e disegnato dall’iberico Paco Roca (che personalmente ritengo un grande artista del genere graphic novel),  è la storia di un anziano come tanti, pur se è facile intuire come l’ispirazione e la base per il racconto siano arrivate all’autore proprio da esperienze personali. Emilio, il protagonista, è un anziano afflitto da perdite di memoria e repentini scatti d’ira; è così difficile avere a che fare con lui e prendersene cura che il figlio è costretto, suo malgrado, a ricoverarlo in una casa di riposo. Passo dopo passo con Emilio si affronta e si comprende come può essere crudele la vecchiaia che  tormenta col male dell’Alzheimer e cosa significa essere vittime, a tratti coscienti, a tratti abbandonati e inermi, della condanna a perdere la memoria e la ragione. Non c’è solo tristezza e commozione tra le pagine del racconto, perché alcuni personaggi e certi loro comportamenti strappano spesso più di un sorriso e fanno venire in mente come, a volte, si rida anche magari dei nonni e dei loro comportamenti strani, seppur con affetto e comprensiva simpatia.

Quello che caratterizza quest’intensa opera di Paco Roca è soprattutto la sua grazia: tratto delicato, colori tenui, la storia che colpisce al cuore. Non manca l’ironia, certo, ma alla fine della lettura la malinconia vi avvogerà, e sarà salutare, perché vi farà riflettere sull’inesorabile trascorrere del tempo e sul senso più profondo dell’esistenza stessa. “Rughe” è una graphic novel da leggere con la consapevolezza di rischiare di rimanere amareggiati pensando a cosa la vita potrà riservare nella vecchiaia, a ognuno di noi, ma, forse, ci aiuterà a guardare in modo migliore agli anziani che ci sono vicini, alla vita che vivono, a volte rassegnata, a volte serena, comunque bisognosa della nostra vicinanza. (Giorgio Spaggiari)

“Rughe”  di Paco Roca  – Editore: Tunué – Collana Prospero’s books – 2016

 

Tags
Mostra tutto